Panoramica su Gestione alimentazione

La funzione gestione alimentazione consente di controllare lo stato di alimentazione dei computer fisici e delle macchine virtuali online della propria organizzazione. I motivi principali per l'utilizzo della gestione alimentazione sono i seguenti:

Preparare i computer per le attività di manutenzione

Ridurre i consumi energetici e il rumore

Ridurre i costi di esercizio

Prolungare la durata delle batterie

È possibile arrestare, riavviare o riattivare i computer immediatamente o in base a una pianificazione. È inoltre possibile impostare i computer nello stato di sospensione o ibernazione.

SUGGERIMENTO: se si desidera eseguire attività di alimentazione sulle macchine virtuali offline che risiedono su un Hypervisor ESXi, è possibile farlo utilizzando la funzione Inventario virtuale.

Informazioni sulle procedure

Per informazioni su come eseguire le attività di gestione dell'alimentazione, vedere le seguenti procedure:

Creazione e modifica di un modello dello stato di alimentazione

Come inizializzare attività di gestione alimentazione

Monitoraggio di un'attività di alimentazione

Inizializzazione e monitoraggio di un'analisi dello stato di alimentazione

Visualizzazione dei risultati di analisi dello stato di alimentazione

Opzioni di implementazione estremamente flessibili

Security Controls fornisce vari modi di implementare le opzioni di gestione alimentazione.

Arresto o riavvio immediato senza alcun avviso all'utente:è possibile arrestare o riavviare immediatamente uno o più computer connessi da Vista computer o Vista analisi utilizzando un comando del menu di scelta rapida. I computer devono essere completamente accesi per poter accettare il comando di arresto o riavvio. Tali azioni immediate verranno generalmente utilizzate per finalità di manutenzione, quando non è possibile attendere l'arresto o il riavvio dei computer. Quando si esegue un riavvio immediato di un computer, questo dovrà sempre tornare a uno stato di completa accensione. Per ulteriori informazioni, consultare le sezioni Note sull'implementazione dell'arresto e Note sull'implementazione del riavvio.

Arresto o riavvio immediato con avviso all'utente: è possibile arrestare o riavviare uno o più computer connessi utilizzando un modello dello stato di alimentazione. Il vantaggio offerto dall'utilizzo di un modello dello stato di alimentazione è che consente di fornire un avviso a tutti gli utenti attivi dei computer. Permette inoltre di pianificare l'esecuzione immediata o futura dell'azione.

Gli arresti e i riavvii pianificati vengono in genere utilizzati per ridurre i consumi o per spegnere i computer di notte, nei fine settimana o durante le festività. Tale soluzione consentirà inoltre di rispettare le iniziative aziendali in tema di risparmio energetico. Inizialmente i computer devono essere completamente accesi per poter eseguire il processo pianificato.

Inizializza stato di sospensione o ibernazione con o senza un precedente riavvio: è possibile utilizzare un modello dello stato di alimentazione per impostare i computer nello stato di sospensione o ibernazione. Tale azione può essere eseguita con o senza un precedente riavvio dei computer di destinazione. Come avviene con tutti i processi inizializzati utilizzando un modello dello stato di alimentazione, è possibile pianificare il processo in modo da eseguirlo subito o in futuro. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione Note sull'implementazione della sospensione e dell'ibernazione.

Funzione Wake-on-LAN immediata o pianificata: la funzione Wake-on-LAN (WoL) viene utilizzata per riportare i computer a uno stato di completa accensione. Ciò avviene da Vista computer o Vista analisi utilizzando un comando del menu di scelta rapida. Qualsiasi computer connesso che si trovi in sospensione o in ibernazione o che sia spento (ma con scheda di rete alimentata) può essere riattivato mediante una richiesta WoL. La funzione WoL viene in genere utilizzata per attivare i computer spenti il giorno precedente o prima di un lungo fine settimana festivo, in modo da avere i computer subito pronti all'uso per il successivo giorno lavorativo. Si utilizza inoltre per accendere i computer prima di eseguire attività di manutenzione come la distribuzione di patch basate sulla console o l'esecuzione di analisi di asset. I computer che si trovano in stato di sospensione, ibernazione o spenti non possono essere analizzati, pertanto l'utilizzo della funzione WoL consente di garantire l'esecuzione delle attività di manutenzione secondo la pianificazione.

L'invio di una richiesta di Wake-on-LAN può avvenire immediatamente o essere pianificato per un'esecuzione futura. In pratica è come impostare una sveglia per ciascun computer. Per ulteriori informazioni sulla funzione WoL, consultare la sezione Note sull'implementazione di Wake-On-LAN.

i computer che si trovano in uno stato di sospensione, ibernazione o che sono spenti non possono essere riavviati o riattivati mediante un modello dello stato di alimentazione; la riattivazione deve avvenire mediante la funzione WoL.

Soluzione senza agenti vs. Soluzione basata sugli agenti

Le attività di gestione alimentazione possono essere effettuate seguendo un metodo con o senza agenti. Questa sezione descrive il metodo senza agenti. Per informazioni sull'esecuzione di attività di alimentazione basate sugli agenti, consultare la sezione Creazione e configurazione di un'attività di alimentazione.

un'attività dello stato di alimentazione senza agenti eseguirà il push di un piccolo gruppo di file dalla console a ciascun computer di destinazione. Se l'operazione coinvolge un gran numero di computer, ciò potrebbe influire sulle prestazioni di rete.